A Palermo, al palazzo di giustizia, il giudice per le udienze preliminari, a conclusione del giudizio abbreviato, ha condannato in abbreviato a 5 anni di carcere, per scambio elettorale politico-mafioso, l’ex consigliere comunale di Licata, Giuseppe Scozzari. Scozzari si dimise dopo l’arresto, nel 2019. Da responsabile del servizio tecnico dell’ospedale di Licata, ed essendo influente funzionario dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, avrebbe garantito corsie preferenziali per l’accesso ai servizi a soggetti indicati dal capomafia di Licata Angelo Occhipinti, e si sarebbe impegnato in consiglio comunale a regolarizzare la posizione amministrativa di un terreno sequestrato di proprietà di un affiliato mafioso.

Rispondi