La Corte d’Assise di Agrigento, presieduta da Wilma Angela Mazzara, ha assolto dall’imputazione di omicidio, perché riconosciuto da diverse perizie incapace di intendere e di volere, Salvatore Italiano, 63 anni, di Ribera, imputato di avere, il 16 settembre del 2019, strangolato il concittadino Gaetano La Corte, 75 anni, all’interno di una struttura di accoglienza per soggetti affetti da disturbi mentali. L’assoluzione di Italiano è stata proposta anche dal pubblico ministero, Roberta Griffo. A carico dell’imputato è stata disposta la misura di sicurezza, ovvero il ricovero forzoso all’interno di una struttura specialistica per 4 anni.

Rispondi