Beni per 15 milioni di euro sono stati confiscati dalla Polizia e dalla Guardia di Finanza di Trapani a Vito Marino, 54 anni, figlio del boss 90enne Girolamo, a suoi congiunti e a persone a lui contigue. Il provvedimento, emesso dal Tribunale di Trapani, segue il sequestro preventivo disposto nel giugno del 2018 dopo indagini che avrebbero svelato l’esistenza di un’associazione a delinquere dedita alla commissione di truffe per l’indebita percezione di 29 milioni di euro di contributi pubblici nazionali e comunitari e sul loro successivo reimpiego con operazioni di interposizione fittizia realizzate da aziende riconducibili a Vito Marino.

Rispondi