Tra le parole che hanno segnato il 2020, il termine digitalizzazione
compare nell’elenco dell’azioni intraprese nel pubblico e nel privato,
come risposta alla pandemia. Nel giro di pochissimi mesi, il bacino di
fruitori di nuove tecnologie è cresciuto repentinamente. Dallo smart
working, al sistema dei pagamenti elettronici, passando per la
telemedicina, fino alla didattica e alla giustizia a distanza. “La
digitalizzazione cavalcata sull’onda dell’emergenza, porta con sé
tantissime questioni, in primis quella legata alla formazione. In
questi mesi i divari esistenti sono stati evidenziati dall’emergenza
Covid19.” Così Mauro Nicastri, aprendo i lavori dell’assemblea dei
soci Aidr. “Seguendo lo spirito che da anni caratterizza la nostra
associazione, siamo chiamati tutti ad un impegno ancora più incisivo e
capillare nella promozione della cultura digitale – ha proseguito il
presidente dell’associazione. In questa direzione nel 2021 Aidr
metterà al servizio dei cittadini, imprese ed enti, le proprie
competenze e professionalità, con tre nuove iniziative.
Gruppo di lavoro Recovery Fund: il team di esperti, scelti all’interno
della associazione Aidr e formati da professionisti del settore
pubblico e privato, offrirà competenze e conoscenze per tutti coloro
che vorranno accedere al contributo previsto dalla programmazione
approvata dal Governo. Un sostegno concreto per le imprese che
vogliono puntare sul processo di digitalizzazione, in un momento
importante per la ripresa economica del nostro Paese.
Rubrica Alfabetizzazione digitale: destinata ad un pubblico ampio e
trasversale, avrà lo scopo di accompagnare, con un linguaggio semplice
e chiaro, gli utenti nel percorso di conoscenza e utilizzo dei sistemi
digitali. Saranno i membri dell’associazione a spiegare passo passo
con dei piccoli video, ospitati sulla piattaforma Aidr, come fare per
usare: i pagamenti elettronici, Pago Pa, Spid, Carta Giovani e tanto
altro ancora.
Digitale Italia, un format web ospitato sulla piattaforma Aidr. Una
piazza virtuale in cui si discuteranno i grandi temi legati alla
digitalizzazione, con un approccio concreto alla soluzione dei
problemi, nello spirito di un confronto costruttivo tra le parti.
Digitale Italia, vuole essere un punto di incontro per chi vuole
intraprendere il percorso della digitalizzazione, ma ha bisogno di un
confronto, chi vuole crescere, chi vuole condividere la propria
esperienza.
“Siamo davvero entusiasti dei nuovi progetti Aidr, ha sottolineato nel
corso dell’assemblea dei soci il presidente di Aidr Mauro Nicastri.
Anche dalla riunione di questa sera è emersa la grandissima
partecipazione, seppur a distanza. Voglio ringraziare tutti gli
iscritti, per lo spirito di servizio con il quale anche in questi mesi
difficili, hanno portato avanti le iniziative dell’associazione. I tre
progetti del 2021, sono indicativi di quanto sia forte in ognuno di
noi, il desiderio di promuovere la cultura digitale nel nostro Paese,
perché crediamo che la conoscenza e l’uso corretto dei nuovi sistemi
legati al web, possano rappresentare una occasione di crescita, non
solo economica, ma anche culturale della nostra società.”

Rispondi