“Con i Pronto soccorso della città ormai al collasso (al Cervello
sovraffollamento al 250% e a Villa Sofia 170%), con i contagi fuori
controllo dentro e fuori il sistema sanitario, non dichiarare Palermo, se
non tutta la Sicilia Zona Rossa è un atto criminale che rischia di
provocare una catastrofe con centinaia di morti.

Comprendo perfettamente chi teme un nuovo lockdown e il blocco
dell’economia, ma la responsabilità della politica è quella di assumere
decisioni, anche difficili.

In questo momento la priorità non può che essere quella di salvare vite
umane, trovando ovunque le risorse necessarie a garantire a tutti un
sostentamento che permetta di interrompere ogni attività non
indispensabile.”

Lo dichiara Marianna Caronia, deputata regionale e consigliera comunale di Palermo

 

Rispondi