Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, a conclusione della requisitoria, la pubblico ministero, Elenia Manno, ha chiesto la condanna a 4 anni e 8 mesi per Antonio Maira, 69 anni, di Canicattì, ed a 6 anni per il fratello Giuseppe, 63 anni, giudicati in abbreviato e imputati di concorso in estorsione aggravata ed usura. I due avrebbero prestato denaro ad interessi molto elevato, non esitando a minacciare le vittime per saldare il debito. Alcune delle stesse vittime hanno denunciato i Maira, costituendosi parte civile al processo. La sentenza è attesa il 22 gennaio, dopo le arringhe dei difensori, dal giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto.

Rispondi