I Carabinieri hanno eseguito a Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari a carico di Vito Costa, 73 anni, Corrado Bagnato, 65 anni, e del figlio Antonino Bagnato, 38 anni, indagati, a vario titolo, di disastro colposo, omicidio colposo plurimo, lesioni personali, violazioni concernenti le norme di prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro e mancata consegna dei dispositivi di protezione individuale. Il provvedimento scaturisce dall’esito delle indagini sull’esplosione avvenuta a Barcellona Pozzo di Gotto il 20 novembre 2019, all’interno dello stabilimento industriale per lo stoccaggio e la lavorazione di fuochi pirotecnici “Costa Vito e figli”, che provocò la morte di 5 persone ed il ferimento di altre due.

Rispondi