Operazione antidroga dei Carabinieri. Quattordici gli arresti – 7 in carcere e altrettanti ai domiciliari – per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti tra Carini, Palermo, Misilmeri e Siracusa, e poi detenzione di armi e ricettazione. I militari dell’Arma hanno accertato la presenza di una strutturata attività di produzione e coltivazione di marijuana a Carini e Palermo da parte degli indagati che avrebbero spacciato stupefacenti in maniera ‘itinerante’, con una precisa divisione di compiti. Dall’ottobre 2018 si è assistito a un mutamento del vertice a seguito dell’arresto di alcuni indagati, sostituiti dalle loro mogli che hanno garantito la gestione degli affari.

Rispondi