Angela Chianello, da tutti conosciuta come “Angela da Mondello”, denuncia di essere stata “abbandonata” da Mediaset e da Lele Mora. A contattarla, dopo che la palermitana divenuta suo malgrado famosa per la frase “non ce n’è Coviddi”, era stata la redazione del programma “Live non è la D’Urso”.

Gli autori avrebbero chiesto ad Angela Chianello di inviare la documentazione relativa al contratto con Lele Mora poi annullato, cosa che Angela aveva fatto con la promessa di essere ricontattata a fine febbraio.
“La scorsa settimana, visto che dovevo fare una visita al San Raffaele – racconta – mi sono recata negli studi dove viene mandato in onda il programma. Una volta lì prima mi hanno fatto stare fuori al freddo per un’ora, poi un’autrice del programma mi ha trattato male dicendomi anche di stare lontana perché c’è il Covid. Tra l’altro io e mio marito siamo disoccupati e da tutto questo non ci abbiamo ricavato nulla se non un rimborso spese per l’ospitata al programma quando invece mi era stato promesso che avrebbero fatto un appello per trovare un lavoro a mio marito”.
Sul contratto con Lele Mora la signora Angela spiega: “Mi aveva detto che avrei potuto fare pubblicità e qualche ospitata in tv. Dopo una settimana esce un articolo su una rivista in cui Mora dice ‘Io non sono il manager di Angela da Mondello, perché non è né Sofia Loren né un’attrice’. A quel punto lo chiamo per avere spiegazioni e lui mi ha risposto ‘ormai hai capito la verità, io non sono il tuo manager’. A quel punto abbiamo proceduto tramite il mio avvocato”.
Angela Chianello tiene a precisare anche che non è una negazionista. “Mio marito ha avuto il Covid. Quella frase fu detta in un momento di leggerezza, mentre ci trovavamo in spiaggia e ci è stato montato un caso sopra”. (ANSA).

Rispondi