A Canicattì un Carabiniere, a fine turno, rientrante a casa, intorno alle ore 2 della notte, in via Livatino, nel centro cittadino, ha sorpreso un uomo alla guida di un’automobile che spingeva un’auto Lancia Y con alla guida un altro uomo. Il Carabiniere è intervenuto, ha allarmato i colleghi, sul posto sono giunti anche i poliziotti del locale Commissariato. Un uomo è stato subito bloccato, l’altro è fuggito, poi si è dileguato a piedi nascondendosi fin sui tetti di un’abitazione della via Monti, ma è stato scovato. I due, condotti in caserma, sono risultati due pregiudicati. Per il furto della Lancia Y uno è stato arrestato ai domiciliari, e l’altro è stato denunciato per concorso nel furto aggravato dell’auto e per la resistenza e le minacce rivolte ai Pubblici Ufficiali. L’arresto è stato convalidato, e al canicattinese è stato imposto il divieto di dimora a Canicattì fino al processo.

Rispondi