Ad Agrigento, dopo 1.500 giorni dalla chiusura al traffico, l’Anas ha iniziato i lavori sui due piloni più ammalorati del ponte Morandi. Dal video diffuso dall’associazione “MareAmico”, le cui denunce hanno determinato la chiusura del ponte ed un’inchiesta conoscitiva della Procura, risulta evidente il grave stato di deterioramento in cui versa tale importante infrastruttura viaria: ferri arrugginiti, calcinacci cadenti e grossi buchi nelle pareti esterne. Il piano di recupero prevede una spesa superiore ai 30 milioni di euro.

Rispondi