La Guardia di Finanza del Comando provinciale di Messina ha confiscato beni per un valore di oltre 10 milioni di euro a Domenico La Valle, 61 anni, imprenditore ritenuto dagli investigatori elemento di spicco del clan Trovato del quartiere Mangialupi di Messina. Nei suoi confronti è scattata anche la sorveglianza speciale per la durata di cinque anni. Le indagini sono state disposte dalla Procura antimafia di Messina. Diversi collaboratori di giustizia hanno indicato La Valle quale punto di riferimento del clan nella gestione delle bische clandestine e nella distribuzione dei videopoker.

Rispondi