Torna il caos al sesto giorno di vaccinazioni per i soggetti fragili così come era successo dal primo al terzo giorno alla Fiera del Mediterraneo con attese che vanno da 3 a 5 ore sotto il vento, la pioggia al freddo. La situazione era migliorata domenica e aveva tenuto, pur con qualche disagio, ieri, lunedì. Oggi, se possibile è ancora peggiorata

Leggi Anche:
Sei dipendenti positivi nel ristorante Kfc di via Notarbartolo a Palermo
Assembrati già all’esterno della fiera
Assembramenti già ai cancelli della fiera e fuori nessuno che controlla., Tutti ammassati l’uno sull’altro. La situazione non sembra essere diversa nel turno all’ingresso dei padiglioni come dimostrano le immagini girate da una persona prenotata per il vaccino proprio perché appartenente alla categorie fragili

Malati oncologici in piedi al freddo e sotto la pioggia
“Malati oncologici, allergici gravi, cardiopatici e perfino immunodepressi tutti assembrati, e menomale che siamo fragili” dice una donna palesemente irritata, per usare parole semplici. Nel primo pomeriggio di oggi la tensione è in crescita.

Situazione diffusa in tutta la Sicilia
Poche ore fa, l‘Asp ed il Comune di Siracusa hanno annunciato un nuovo piano organizzativo per evitare code e soprattutto pericolosi assembramenti in prossimità dell’ingresso dell’Hub vaccinale.

Leggi Anche:
Covid19 Sicilia, 751 nuovi contagi ma tornano a scendere i positivi totali
Caos all’Hub
Restano, però, vedendo le foto ed i video dei residenti della zona di via Nino Bixio, le vecchie abitudini con file ed utenti ammassati, per cui il rischio di una diffusione del contagio è piuttosto concreto. Sarebbe davvero paradossale che qualcuno possa contrarre il Covid19 nel giorno del vaccino.

La protesta
“Sono trattati come animali” denuncia un residente a BlogSicilia. “Sembrano davvero – dice il residente – delle pecore pronte ad andare al macello piuttosto che persone che devono sottoporsi ai vaccini. Gli assembramenti sono sotto gli occhi di tutti, inoltre trovo davvero curioso aver realizzato l’Hub a ridosso del ponte Umbertino, bloccando strade e rendendo invivibile la zona agli abitanti degli stabili vicini che si trovano la folla davanti ai portoni. E’ davvero inconcepibile”.

Rispondi