Un caso sospetto di trombo-embolia è stato segnalato all’Aifa dopo che una insegnante di 54 anni di Messina è stata ricoverata in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione del Policlinico. Lo scorso 11 marzo la donna è stata vaccinata con una dose di AstraZeneca. L’insegnante è stata sottoposta a un delicato intervento neurochirurgico dopo un periodo i monitoraggio di 24 ore. I medici hanno deciso di sottoporre il caso all’Agenzia Italiana del Farmaco. L’avvocato della famiglia, Daniela Agnello, afferma: “La signora era in ottime condizioni di salute ed ha effettuato la vaccinazione in assenza di patologie e controindicazioni. Dopo la somministrazione ha accusato febbre alta oltre 39 e fortissimi mal di testa. La sintomatologia del mal di testa è stata continua e incessante. La febbre si è ripresentata a distanza di due giorni sempre a 38”.

Rispondi