Da sinistra: Gregory Bongiorno già presidente di Confindustria Trapani - Alessandro Albanese già presidente di Confindustria Palermo nonché reggente alla presidenza di Confindustria Sicilia, nonché Presidente della locale CCIAA di Palermo ed Enna - Giuseppe Catanzaro già presidente autosospeso al vertice di Confindustria Sicilia - il condannato Antonio Calogero Montante, detto Antonello - Rosario Amarù già presidente di Confindustria di Caltanissetta, subentrato, allora, all’uscente Cav. Lav. Antonio Calogero Montante, detto Antonello.

Riecco Confindustria Sicilia. Come un’Araba Fenice, che rinasce dalle sue ceneri, l’associazione che fu di Mimì La Cavera – ma anche di Antonello Montante – dopo sei anni avrà di nuovo la rappresentanza unica degli imprenditori dell’Isola. A Roma, davanti al presidente nazionale Carlo Bonomi, verrà sancito l’accordo fra Sicindustria (che raggruppa le territoriali di Palermo, Messina, Caltanissetta, Agrigento, Ragusa e Trapani) e le due ormai ex “aquilotte smarrite”, Confindustria Catania e Siracusa, che tornano nel nido.

 

leggi su

 

https://www.lasicilia.it/news/economia/402134/cosi-risorge-dopo-5-anni-la-nuova-vecchia-confindustria-sicilia.html

Rispondi