A Palermo, in Corte d’Appello, il sostituto procuratore generale, Maria Teresa Maligno, ha proposto la conferma quasi integrale della sentenza di primo grado emessa il 25 luglio del 2019 dal giudice per le udienze preliminari del Tribunale, Marco Gaeta, a conclusione del giudizio abbreviato, a carico di 53 imputati nell’ambito dell’inchiesta antimafia, e non solo, nell’Agrigentino, cosiddetta “Montagna”. In particolare, sono state chieste 41 condanne e 4 assoluzioni. I quattro per i quali è stata chiesta l’assoluzione sono Adolfo Albanese, Giuseppe Blando, Vincenzo Mangiapane di 67 anni, e Vincenzo Spoto. Altre 8 assoluzioni sono intervenute in primo grado e non sono state impugnate in Appello.

Rispondi