Gli agenti di polizia hanno sanzionato 17 persone che stavano partecipando ad una festa di compleanno in contrada Bella Pettinata, ad Avola. Come accertato dalle forze dell’ordine, i giovani erano senza mascherine ed assembrati

La denuncia dei residenti

L’intervento dei poliziotti è scaturito da una segnalazione da parte dei residenti della zona che, preoccupati per la diffusione del contagio, hanno chiesto l’arrivo delle pattuglie. “A Siracusa, invece, gli agenti delle Volanti, nell’ambito del piano contro la movida, hanno identificato 200 persone e controllato 600 veicoli. Sono stati 64 gli esercizi pubblici controllati e 16 i luoghi di assembramento monitorati” fanno sapere dalla Questura.

Circolo chiuso

Proprio ieri, gli agenti della Divisione amministrativa e sociale della Questura di Siracusa hanno chiuso per 3 giorni un circolo sportivo, situato nel quartiere della Borgata, a Siracusa.

Le sanzioni

Durante un controllo, si è scoperto che il bar, ricavato all’interno dell’attività, era in funzione e dentro c’erano il proprietario ed altre 3 persone, tutte quante sanzionate per le violazioni alle misure per il contenimento dell’emergenza sanitaria. Più in generale, il circolo era aperto “nonostante il divieto assoluto di apertura per le attività riguardanti i centri culturali, sociali ed i locali ricreativi” fanno sapere dal palazzo della Questura.

Controlli dei carabinieri

I carabinieri, nell’ambito dei controlli anti Covid19, hanno impiegato numerose pattuglie  riuscendo a sottoporre a verifica centinaio di persone e  novanta di veicoli, “da cui è derivato il sanzionamento per svariate importanti infrazioni al codice della strada, quali la mancanza di copertura assicurativa, l’uso del cellulare alla guida o ancora per guida senza patente”  fanno sapere dal comando provinciale di Siracusa. “Nell’arco del servizio sono stati  segnalati alla autorità amministrativa competente, quali assuntori dieci soggetti trovati in possesso di modiche quantità di cocaina e marijuana per uso personale”.

 

blogisilcia

Rispondi