In Sicilia sono stati riscontrati i primi casi di variante brasiliana, ritenuta tra le mutazioni del virus più aggressive. I soggetti contagiati sono due fratelli di Sant’Agata di Militello, in provincia di Messina, un 29enne rientrato dalla Calabria e una 18enne. Teresa Pollicino, che dirige il laboratorio del Policlinico di Messina dove sono stati sequenziati i campioni molecolari dei due ragazzi, spiega: “I due pazienti si trovano in isolamento domiciliare con qualche sintomo, insieme al padre e alla madre, anche loro positivi. I tamponi eseguiti sui genitori saranno caratterizzati nelle prossime ore per capire se il ceppo brasiliano ha contagiato l’intera famiglia”. Secondo gli esperti la variante brasiliana potrebbe essere più contagiosa e in grado di indebolire la risposta degli anticorpi in persone già infettate o vaccinate.

Rispondi