Saranno interrogati domani, venerdì 2 aprile, dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trapani, i tre indagati agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta sui dati falsi sulla pandemia covid in Sicilia comunicati all’Istituto Superiore di Sanità. Innanzi al Gip per l’interrogatorio di garanzia compariranno la dirigente generale del Dasoe Maria Letizia Di Liberti, il funzionario della Regione Salvatore Cusimano e il dipendente di una società che si occupa della gestione informatica dei dati dell’assessorato Emilio Madonia. Ieri, come pubblicato, l’ex assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, che è indagato, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Dopo gli interrogatori il fascicolo sarà trasferito alla Procura di Palermo, competente per territorio.

Rispondi