Una donna di 30 anni di Porto Empedocle è stata denunciata per stalking allorchè, non rassegnandosi al termine di una relazione, si sarebbe resa responsabile di azioni persecutorie, come pedinamenti e continue telefonate. La trentenne, Z M sono le iniziali del nome, è comparsa innanzi al giudice Francesco Provenzano il quale, peraltro, aveva già disposto nei suoi confronti il divieto di avvicinamento alla persona offesa.

Rispondi