La Guardia di Finanza di Caltanissetta ha arrestato I A G, sono le iniziali del nome, 53 anni, amministratore di una società con sede a Santa Caterina Villarmosa, allorchè avrebbe costretto i dipendenti a restituirgli in contante parte degli stipendi, minacciandoli di licenziamento. Le Fiamme Gialle hanno accertato che il denaro illecitamente accumulato dall’anno 2011 in poi sarebbe stato nascosto attraverso il reimpiego per le esigenze dell’attività d’impresa, configurando, pertanto, la condotta penalmente rilevante dell’autoriciclaggio, aggravata dalla commissione del reato nell’esercizio di attività professionale. Il 53enne è stato posto ai domiciliari ed è stato eseguito un sequestro preventivo, anche per equivalente, della somma di 173mila e 204 euro.

Rispondi