Ad Haiti è stato liberato l’imprenditore catanese, Giovanni Calì, 74 anni, già assessore provinciale di Catania all’epoca di Musumeci presidente della Provincia, sequestrato lo scorso primo giugno da una banda di criminali comuni. Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha scritto in un tweet: “Il nostro connazionale era stato prelevato presso il cantiere dove lavorava da un gruppo criminale locale. La liberazione, dopo 22 giorni, è stata possibile grazie al lavoro quotidiano della nostra intelligence e dell’Unità di Crisi della Farnesina, che ha mantenuto giorno dopo giorno i contatti con la famiglia in Sicilia”. Giovanni Calì è a lavoro ad Haiti per la costruzione di una strada per conto dell’impresa di costruzioni Bonifica Spa, con sede a Roma. Solo l’anno scorso ad Haiti sono stati compiuti 243 sequestri.

Rispondi