A Ribera è allarme metadone. Durante la settimana, prima sulla spiaggia a Seccagrande e poi alla foce del fiume Magazzolo alcuni bagnanti hanno rinvenuto una trentina di flaconi vuoti di metadone, che si utilizza in particolare per la cura dei tossicodipendenti. Polizia municipale e Carabinieri della locale Tenenza hanno sequestrato le bottigliette, ma anche le confezioni di cartoncino con tutti i riferimenti sulle dosi di metadone al fine di risalire alla provenienza. Il sindaco di Ribera, Matteo Ruvolo, commenta: “Sono molto preoccupato. Ho incontrato il prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa per chiedere maggiori controlli in città, specie nelle località balneari dove si incontrano migliaia di giovani”.

Rispondi