“… A conferma dell’ipotetica relazione tra la nomina di Capolupo e una presunta ricattabilità di Giulio Napolitano c’è una telefonata del giorno seguente. Antonello Montante, presidente di Confindustria Sicilia e delegato per la Legalità di Confindustria nazionale, parla con Adinolfi. Mentre aspetta *Montante* confida a qualcuno vicino: “Perché è stato prorogato… chissà perché… Figlio di puttana ha beccato ha in mano tutto del figlio di Napolitano, tutto… me l’ha detto *Michele*… ha tutto in mano sul figlio di Napolitano”. Dove Michele, secondo i carabinieri, è *Adinolfi*. …”

10 Luglio 2015

Napolitano? “De Gennaro e Letta ce l’hanno per le palle, sanno di Giulio”

https://www.ilfattoquotidiano.it/2015/07/10/napolitano-de-gennaro-e-letta-ce-lhanno-per-le-palle-sanno-di-giulio/1861352/

Cliccando sul link che segue potete leggere la recente panzana di Antonello Montante, di cui ha parlato nel corso del suo ultimo interrogatorio, presso il Tribunale di Caltanissetta, quello del 18 giugno scorso, relativa al suo farlocco codice etico. È il solito imbroglio dell’ex paladino dell’antimafia, rilanciato dal suo amico di Adnkronos:

https://www.adnkronos.com/montante-il-nostro-codice-etico-non-era-giustizialista-volevamo-salvare-il-paese_vNkZc4W26rgXQA5z1LsLv

Tutto torna

Rispondi