Tra pandemia e restrizioni, come si svolgerà la festa di San Calogero ad Agrigento? Le prime due domeniche di luglio, 4 e 11, la statua di San Calogero al mattino presto, poco prima delle ore 7, sarà trasportata, senza alcuna processione, dal Santuario a piazza Stazione, dove, prima del rientro, sarà esposta al pubblico fino alle ore 20:30. In piazza Stazione si svolgeranno tre messe all’aperto, con 500 sedie a disposizione. Alle ore 7 la prima messa, poi la seconda messa alle ore 9 presieduta dall’arcivescovo, e poi la terza e ultima messa alle ore 20:30. In piazza Stazione la gestione dell’area celebrativa sarà affidata alla Confraternita di San Calogero, e il servizio d’ordine per i pellegrinaggi sarà affidato all’associazione Portatori. Tutti i giorni della settimana, gli ingressi del Santuario saranno provvisti di igienizzanti e di mascherine. E per ciascuna messa all’interno del Santuario saranno ammesse fino a 71 persone. Per la benedizione del pane bisogna rivolgersi alle Parrocchie di appartenenza.

Rispondi