I Carabinieri della Stazione di Campobello di Licata, nel corso di un controllo in una rivendita di ricambi auto del posto, hanno sorpreso un dipendente di 26 anni, di Campobello, intento a smontare un’automobile Lancia Y risultata rubata la notte scorsa a Caltanissetta. Probabilmente i pezzi di ricambio ricavati dall’automobile sarebbero stati venduti nell’ambito dell’attività commerciale di proprietà di una donna di 27 anni, anche lei di Campobello. L’operaio, con precedenti di polizia, su disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Il giovane è accusato di riciclaggio, un reato che prevede una pena da 4 a 12 anni.

Rispondi