Lo scorso 28 giugno ad Agrigento i Carabinieri hanno arrestato un immigrato dal Gambia di 22 anni, ospite di un Centro d’accoglienza in via Venezuela, già con precedenti giudiziari, sorpreso in possesso di 3 grammi di hashish, divisi in 4 dosi pronte per essere spacciate, oltre a 70 euro in contanti. Lui ha tentato di aggredire i militari e fuggire, ma è stato bloccato. L’arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale e detenzione a fine di spaccio di sostanza stupefacente è stato convalidato, e il Tribunale di Agrigento ha scarcerato l’africano il quale, dopo la scarcerazione, ha ritenuto opportuno recarsi in un bar e minacciare il titolare con la frase: “Preparati a morire”. E ciò perché lo stesso titolare ha aiutato i Carabinieri a bloccare lo spacciatore in fuga. Il minacciato ha avvisato subito i Carabinieri, ed è scattata una denuncia per minacce a carico del gambiano.

Rispondi