Quarto Grado, la trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero su Rete4, si è occupata ancora una volta, nonostante la diffida di Piera Maggio, del caso di Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo nel settembre 2004.

 

Nella puntata di ieri, venerdì 2 luglio, è stato svelato che una coppia di coniugi romani è sotto indagine dalla procura di Marsala per falsa testimonianza.

Nel dettaglio, la coppia ha raccontato di avere soggiornato in Sicilia nell’agosto 2004 e, nei giorni si scorsi, si è presentata in Procura per raccontare di avere visto, il 1° settembre di quell’anno, nella hall dell’hotel Ruggero II – dove prestava servizio Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi – una signora con fare sospetto in compagina di una bambina.

Il legale della coppia è Stefano Pellegrino, lo stesso della magistrata Maria Angioni, ex pm di Marsala al tempo delle prime indagni, indagata per falsa testimonianza.

L’avvocato ha spiegato: «La moglie in pratica aveva realizzato un ricordo assolutamente non corretto. Aveva visto una signora ma ovviamente non si sa in quale in quale albergo, hanno riscontrato e verificato che in effetti la signora non si trovava quel giorno a Mazara del Vallo e neanche in Sicilia. Queste sono state le parole della mia assistita: ‘C’è stato questo martellamento mediatico e quindi mi sono lasciata suggestionare’».

E su un legame tra la coppia e Angioni, il legale è stato chiaro: «Nessuna conoscenza né tantomeno un rapporto amicale solamente una conoscenza mediatica. Hanno seguito le trasmissioni e quindi magari si sono lasciati suggestionare».

blogsiiclia

Rispondi