La Corte d’Assise di Palermo ha condannato all’ergastolo il presunto capomafia di Carini, Ferdinando “Freddy” Gallina, 44 anni, già latitante negli Stati Uniti e poi estradato lo scorso marzo, riconosciuto colpevole di tre omicidi commessi tra il 1999 e il 2000. Ad accusarlo sono stati due collaboratori di giustizia, Gaspare Pulizzi e Antonino Pipitone. Si tratta degli omicidi di Felice Orlando, macellaio del quartiere Zen di Palermo, ucciso nel suo negozio a colpi d’arma da fuoco nel 1999. Poi di Giampiero Tocco, vittima della lupara bianca il 26 ottobre del 2000. E di Francesco Giambanco, sequestrato e ritrovato cadavere nel dicembre del 2000 a Carini.

Rispondi