La società Girgenti Acque è stata dichiarata fallita. E la curatela del fallimento ha richiesto alla gestione commissariale della società 7 milioni e 260mila euro per pagare parte dei debiti contratti dalla società Girgenti Acque. A seguito di ciò, il commissario prefettizio della Girgenti Acque, Gervasio Venuti, ha scritto una lettera agli Enti preposti, compresa la Regione, ravvisando che tale richiesta pregiudica la continuità del servizio pubblico allorchè l’attuale saldo dei conti postali e bancari dell’ex Girgenti Acque ammonta a poco meno di 900mila euro. Venuti scrive: “Faccio presente che nelle attuali condizioni non potrò proseguire l’incarico ricevuto e non potrò assumere le responsabilità a tutti i livelli derivanti dalla materiale impossibilità di condurre con regolarità la gestione commissariale del servizio idrico integrato”.

Rispondi