I Carabinieri del Centro Anticrimine Natura di Palermo, e i colleghi della Compagnia di Sciacca, a seguito di una segnalazione antibracconaggio, sono intervenuti nelle campagne in contrada San Marco a Sciacca, e hanno scoperto 5 trappole disseminate in una vasta area per catturare gli animali in transito con dei lacci in acciaio azionati meccanicamente, verosimilmente destinate alla cattura di istrici, una specie protetta di cui non è consentita la caccia in alcun modo. I Carabinieri si sono appostati e hanno colto il responsabile, un uomo originario della Tunisia, di 66 anni, pensionato, residente a Sciacca. Lui è stato denunciato. Le trappole, ancora non entrate in funzione, sono state rimosse e sequestrate.

Rispondi