E’ stata costituita ufficialmente e battezzata l’Aica, ovvero l’Azienda idrica dei Comuni agrigentini, che, in forma di gestione pubblica consortile, gestirà il servizio idrico nella provincia agrigentina. Pertanto cessa la gestione commissariale dell’ex Girgenti Acque, e l’incarico del commissario prefettizio, Gervasio Venuti, scadrà il prossimo 2 agosto. Dopo la nomina del presidente e dei due vice presidenti del Consiglio di amministrazione dell’Aica, adesso sono stati designati il presidente dell’Assemblea, che è il sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza, e il vice presidente, che è la sindaca di Naro, Maria Grazia Brandara. La stessa Brandara commenta: “Finalmente l’acqua torna pubblica. E’ una battaglia che abbiamo fatto e che finalmente ha visto un risultato. Saremo chiamati a riportare ordine nella gestione del servizio idrico nella provincia di Agrigento. Non possiamo dimenticare che la gestione privata non ha avuto i vantaggi desiderati, e speriamo che la gestione pubblica possa soddisfare i bisogni della gente. Dobbiamo raggiungere tre obiettivi: qualità, quantità e minor costo”. All’Azienda idrica dei Comuni agrigentini hanno aderito 33 Comuni. Gli altri 10 intendono gestire direttamente il servizio, e attendono il benestare della Regione.

Rispondi