Il medico anestesista agrigentino, Aldo Piscopo, dopo essere stato assolto, “perché il fatto non sussiste”, dal Tribunale di Agrigento a conclusione del giudizio abbreviato, con sentenza di assoluzione confermata anche in Corte d’Appello, adesso è stato assolto, con sentenza definitiva, anche dalla Cassazione, dall’imputazione di omicidio colposo. L’ipotesi di reato risale al 2013 quando una donna di Licata fu sottoposta ad un intervento chirurgico nella clinica “Sant’Anna” ad Agrigento. Nel corso dell’operazione insorsero delle complicanze, e lei fu trasferita all’ospedale “Civico” di Palermo dove morì.

Rispondi