Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, si è svolto l’incidente probatorio, ovvero l’ascolto delle parti in causa per cristallizzare la prova ed evitare che possa deteriorarsi, in un processo per violenza sessuale che sarebbe stata commessa da un pensionato di 70 anni di Montallegro, già arrestato dai Carabinieri, a danno di una bambina di 9 anni. La stessa bambina ha confermato le accuse e ha raccontato: “Lui mi regalato alcuni bracciali e delle caramelle, e poi mi ha toccata. E’ successo due volte”. La sorella della bambina, ascoltata anche lei, ha reso la stessa versione. Entrambe sono assistite dagli avvocati Fabio Inglima Modica e Floriana Salamone. L’indagato è invece difeso dall’avvocato Giuseppe Lo Gioco. E’ stata la madre, insospettitasi dell’atteggiamento della figlia, a presentare denuncia ai Carabinieri.

Rispondi