Ancora “furbetti” del buono spesa in Sicilia. Tre persone sono state denunciate dalla Guardia di Finanza di Cefalù fra Castelbuono e Pollina. Fra le oltre 30 istanze presentate negli ultimi mesi e analizzate, i Finanzieri hanno scoperto 3 casi di mancanza dei requisiti per ottenere il beneficio statale. Secondo gli investigatori, infatti, nell’istanza di accesso non è stato indicato di essere già percettori di altre forme di sostegno economico come reddito di emergenza o reddito di cittadinanza. I tre nuclei familiari sono stati quindi segnalati per il recupero delle somme già erogate, complessivamente circa 3mila euro. Prevista anche una multa di tre volte superiore alla somma indebitamente percepita.

Rispondi