E’ stato arrestato il presunto autore dell’omicidio di un nigeriano di 30 anni, ucciso a coltellate a Siracusa lo scorso 12 luglio. Si tratta di un altro nigeriano di 23 anni, identificato tramite il racconto di alcuni testimoni e l’analisi dei filmati dei sistemi di video-sorveglianza installati nella zona teatro di quanto accaduto. Dalle indagini è emerso che tra la vittima e l’aggressore si è scatenata una lite. Il nigeriano di 23 anni ha subito un pugno al volto che gli ha procurato una ferita all’arcata sopraciliare. Allora lui si è allontanato, poi è ritornato armato con un grosso coltello, e ha sferrato contro il nigeriano di 30 anni alcuni fendenti, uno dei quali mortali. Poi è fuggito. L’uomo, che è stato riconosciuto anche per i suoi precedenti e per la sua personalità aggressiva, si è rifugiato a Catania dove però è stato intercettato e arrestato grazie alla segnalazione di un assistente capo della Questura di Catania, libero dal servizio, che si è accorto di lui in via De Pasquale e ha telefonato ai colleghi.

Rispondi