Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, il pubblico ministero, Sara Varazi, ha concluso la requisitoria nell’ambito dell’inchiesta anti-prostituzione cosiddetta “Semiramide”, che avrebbe sgominato un’associazione a delinquere dedita allo sfruttamento della prostituzione tra Romania, Reggio Calabria e Licata. Dunque, sono stati chiesti 9 anni e 6 mesi di reclusione per Gicu Radu, 42 anni, originario della Romania, ritenuto il promotore del business, poi 9 anni ciascuno per altri due romeni, Julian Bobeica, 33 anni, e Alessandru Hornet Razvan, 34 anni. Poi 7 anni e 6 mesi per Alessandro Polimeni, 42 anni, di Reggio Calabria, e 3 anni per Valentina Laura Enache, 32 anni, romena.

Rispondi