La Corte d’Appello di Palermo ha confermato tre condanne per rissa aggravata relativa alla morte di Aldo Naro, il giovane medico di San Cataldo assassinato nella discoteca Goa a Palermo la notte del 14 febbraio del 2015. Sono stati confermati due anni di reclusione ciascuno per Giovanni Colombo, Pietro Covello e Mariano Russo, oltre al risarcimento dei danni per le parti civili e al pagamento delle spese processuali. E’ stato assolto Francesco Meschisi. I genitori di Aldo Naro, commentano: “Questa sentenza rappresenta un ulteriore piccolo passo verso la verità. La lentezza dei processi e delle indagini non ci scoraggiano. Continuiamo a pregare e sperare che la giustizia possa trionfare. Una cosa è certa: andremo avanti con la nostra testardaggine e la nostra caparbietà fin quando tutti gli assassini di nostro figlio non saranno condannati”.

Rispondi