Proficua riunione al mattino di oggi a Palermo, tra il presidente della Regione, Nello Musumeci, l’assessore regionale agli Enti Locali, Marco Zambuto, l’assessore ai Servizi primari, Daniela Baglieri, il direttore generale del Dipartimento, Calogero Foti, il dirigente all’assessorato al Bilancio, Giovanni Bologna, il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, e le parti in causa interessate alla prosecuzione senza intoppi e difficoltà del servizio idrico nella provincia agrigentina. Come è noto, il prossimo 2 agosto scade il mandato del commissario prefettizio dell’ex Girgenti Acque, Gervasio Venuti, e dal 3 agosto l’Aica, l’Associazione idrica dei Comuni agrigentini, subentrerà nella gestione a fronte, però, di una grave crisi di liquidità finanziaria determinata anche dalla dichiarazione di fallimento dell’ex Girgenti Acque. A tal proposito, l’assessore Zambuto e la deputata regionale e presidente della Commissione Sanità, onorevole Margherita La Rocca Ruvolo, commissaria provinciale di Forza Italia di Agrigento, annunciano che il presidente Musumeci ha garantito un adeguato supporto economico necessario per l’avvio dell’attività della nuova società Aica, e che servirà dunque al prosieguo del servizio e al pagamento degli stipendi. Ovviamente, ciò che sarà deliberato in Giunta necessiterà del passaggio in Assemblea per l’approvazione. Zambuto e La Rocca Ruvolo hanno inoltre incontrato i lavoratori di Girgenti Acque e Hydortecne presenti a Palermo in occasione dell’incontro, riferendo gli impegni assunti durante la riunione.

Rispondi