Favara tra zona rossa, spazzatura e dimissioni della sindaca.
Istituite due zone rosse nell’agrigentino. Si tratta di Favara e Caltabellotta.

Il Presidente della Regione nello Musumeci ha firmato l’ordinanza. Il provvedimento, n. 79 del 20 luglio 2021, è stato varato a seguito delle note inoltrate dall’Azienda sanitaria provinciale e dai sindaci dei due Comuni, e sarà in vigore dal 22 al 29 luglio.

132 contagi a Favara

Situazione particolarmente preoccupante è soprattutto quella di Favara che ha visto, nel giro di pochi giorni arrivare a 132 contagi. Gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori collocati in zona arancione o rossa sono consentiti, oltre che per comprovate esigenze lavorative o per situazioni di necessità o per motivi di salute, nonché per il rientro ai propri residenza, domicilio o abitazione, anche ai soggetti muniti delle certificazioni verdi COVID-19.

“A pagare è la gente che rispetta le regole”

Dice sui social la sindaca di Favara, Anna Alba: “Nel giro di una settimana l’aumento dei contagi è seriamente elevato. Io per prima ho cercato di ragionare sull’utilità di una zona rossa. In un momento di criticità economica e sociale, bisogna che ognuno si faccia un esame di coscienza ed è inammissibile che mi senta dire dalla gente che non vuole vaccinarsi. Il vaccino rappresenta l’unica arma per poter arginare il virus. Inoltre, se avessimo avuto un senso di responsabilità più elevato, non saremmo arrivati a questo punto.
Quando chiamo i soggetti positivi mi confidano che molti non vogliono sottoporsi al tampone e questo non serve. Fare i furbi non paga e a pagare è la gente che rispetta le regole.
Non mi aspettavo che a luglio potessimo avere un numero così elevato di contagi”.

 

blogisicilia

Rispondi