A Palermo è accaduto che un ex suocero di 63 anni è stato arrestato in carcere, insieme al figlio di 33 anni ai domiciliari, perché hanno tentato di uccidere l’ex genero, allorchè lui non avrebbe pagato gli alimenti alla figlia dopo la separazione. I due hanno affrontato la vittima sotto casa nella zona di via Oreto. Armati di coltello e bastone, hanno più volte colpito l’ex congiunto con alcuni fendenti che lo hanno raggiunto al torace e ai polmoni. L’ex genero è riuscito a scappare e a raggiungere il pronto soccorso dell’ospedale Civico. Nel parcheggio dell’ospedale, ancora padre e figlio hanno picchiato anche due parenti della vittima, andati in ospedale a trovare il ferito. Il padre risponde di tentato omicidio e lesioni aggravate in concorso, e il figlio di lesioni aggravate. Oltre agli alimenti l’aggressione sarebbe stata scatenata anche per la restituzione dei regali delle nozze. Le indagini sono state condotte dalla sezione omicidi della Squadra mobile. L’ex genero ha una prognosi di 40 giorni, e i congiunti picchiati nel parcheggio dell’ospedale 15 e 20 giorni.

Rispondi