I carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Gravina di Catania, in esecuzione di un’ordinanza della V sezione penale del tribunale di Catania, hanno arrestato la 60enne Lucia Pulvirenti e la 36enne Ornella Micci, entrambe accusate di associazione per delinquere di tipo mafioso e, soltanto quest’ultima, anche del reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso. La Pulvirenti è molto conosciuta per essere la figlia del “Malpassotu” Giuseppe, ex uomo di fiducia di Benedetto Santapaola divenuto collaboratore di giustizia diversi anni fa e morto in un incidente stradale nel 2009.

L’attività investigativa, che era stata svolta nell’ambito dell’operazione “Malupassu” dai militari di Gravina di Catania coordinati dalla Dda etnea, aveva portato il 3 giugno dello scorso anno all’esecuzione di 20 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di appartenenti al gruppo di Mascalucia della famiglia mafiosa “Santapaola-Ercolano”. Le indagini avevano fatto luce su una serie di attività estorsive poste in essere dal gruppo mafioso, acuitesi per numero ed incisività criminale a seguito della scarcerazione del 63enne boss responsabile Pietro Puglisi, avvenuta nel febbraio del 2017.

blogsicilia

Rispondi