Il pubblico ministero Sara Varazi ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di A.C., trentaduenne, di Cattolica Eraclea, con l’accusa di diffusione illecita di immagini e video sessualmente espliciti. Si tratta del primo caso, di Revenge porn, in provincia di Agrigento, che approda in aula per il processo, a poco più di un anno e mezzo dall’entrata in vigore della legge.

Il difensore dell’imputato, l’avvocato Salvatore Pennica, ha chiesto il giudizio abbreviato, e il Gup del Tribunale di Agrigento, Luisa Turco lo ha ammesso al rito alternativo, rinviando l’udienza al 6 dicembre per la requisitoria, arringa difensiva e sentenza

Rispondi