Ventisei testimoni illustri

In tutto si tratta di ventisei testimoni tra cui, oltre quelli già nominati, anche il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. L’accusa ha poi depositato 59 documenti e chiesto formalmente l’interrogatorio del leader della Lega Matteo Salvini. Deporranno anche l’ex vice premier Luigi Di Maio e gli ex ministri ai Trasporti Danilo Toninelli e alla Difesa, Elisabetta Trenta. Citati anche l’ex direttore dell’Aise e l’ex premier maltese Muscat.

La valanga di documenti da acquisire

Tra i documenti richiesti: le comunicazioni intercorse tra le autorità coinvolte nella vicenda dal momento dalla prima richiesta di porto sicuro avanzata dalla nave allo sbarco a Lampedusa, il decreto ministeriale che sancì il divieto di ingresso della Open Arms con i 147 migranti a bordo, gli atti della Procura dei Minori sulla presenza dei minorenni a bordo, le relazioni psicologiche e mediche sullo stato delle persone che si trovavano sulla imbarcazione spagnola. I pm hanno chiesto l’ammissione anche di una serie di atti come la decisione del Tar che annullava il divieto di sbarco deciso dal Viminale, i verbali della Polizia Scientifica sulle condizioni dei migranti a bordo della Open Arms, la sentenza del gup di Siracusa che ha assolto il comandante della Open Arms in un altro processo, la decisione a carico dell’Italia del Comitato Onu in un caso di omesso soccorso e la corrispondenza tra l’ex premier Conte e Matteo Salvini sulla vicenda della nave spagnola.

La citazione di Richard Gere

Il legale di parte civile della ong Open Arms, ha citato a deporre, l’attore Richard Gere. La richiesta è stata formulata davanti al tribunale ma la Procura di Palermo si era opposta Il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, intervenendo al processo, ha escluso la rilevanza della testimonianza di Gere e ha parlato di “spettacolarizzazione e risonanza che non interessano alla procura”. Per i pm per descrivere le condizioni dei naufraghi soccorsi in mare e in attesa di sbarco “ci sono testi ben più qualificati”. La difesa di Salvini non si era opposta alla citazione. Alla fine il tribunale ha ammesso anche questo teste.

 

blgsicilia

Rispondi