Barca: «Pnrr? Non credevo Draghi fosse così ‘vecchio’ e conservatore» https://www.nuovatlantide.org/barca-pnrr-non-credevo-draghi-fosse-cosi-vecchio-e-conservatore/

Barca: «Pnrr? Non credevo Draghi fosse così “vecchio” e conservatore»

Fabrizio Barca: I titoli dei Pnrr sono quelli che ha dato l’Europa. Il modo in cui lo si sta attuando riflette una modalità antimoderna. Un modo vecchissimo di governare la cosa pubblica. Prendiamo l’obiettivo importante del welfare, gli asili e la cura degli anziani non autosufficienti. E’ iniziata una metodologia di bando già morta. Si tratta di bandi che non tengono conto dei contesti , delle condizioni finanziarie dei comuni. Problemi seri si manifestano anche per l’intervento sugli anziani non autosufficienti: su questo c’è un patto di associazioni, ne facciamo parte anche noi del Forum disuguaglianze e diversità, che hanno portato a casa l’impegno per una riforma importantissima.. E’ il tema del futuro. Siamo una società vecchia. Il governo ha preso un impegno. Poi arriva la legge di bilancio e sul capitolo ci sono solo 100 milioni di euro .La grande operazione parte con una elemosina? Il Pnrr è uno sgocciolìo sui territori. Dà un pochino a tutti. A tutte le imprese, indipendentemente dal fatto che siano o no sulla frontiera della transizione ecologica. Un pochino a tutti i servizi, un pochino alle città e un pochino alle aree interne. Ma è un’idea vecchia.

Se nella legge della concorrenza non hai il coraggio, da liberale, di rimettere in discussione le concessioni balneari, stai perpetuando il fatto che si arricchiscono pochi a danno dell’ambiente e dei giovani sfruttati nelle nostre spiagge.

Nell’agroalimentare perché c’è tanta irregolarità nei campi, perché ci sono gli schiavi? Perché i contadini sono costretti a vendere sottoprezzo perché la grande distribuzione fissa i prezzi. Puoi affrontare il tema limitando il potere delle grandi distribuzioni. Ancora: se parli di concorrenza ti viene in mente la Pfizer. Non è vero che l’Italia da sola non può far nulla. L’Italia è una grande potenza industriale, se avesse una politica estera potrebbe ribellarsi all’idea che Pfizer mantenga il monopolio dei vaccini per i prossimi dieci anni. Nella legge c’è nulla di queste, che sarebbero scelte liberali? No. Abbiamo un governo liberale?

Rispondi