La Corte d’appello di Palermo ha condannato l’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento a risarcire poco meno di 90mila euro ad un uomo di 63 anni che avrebbe contratto un’infezione nell’ospedale “San Giovanni di Dio” ad Agrigento. Lui, che è difeso dagli avvocati Giuseppe Scozzari e Angelo Sutera, nel 2009 si recò in ospedale a seguito di un incidente stradale. Nel corso delle cure di diverse lesioni, anche operatorie, avrebbe contratto un’infezione batterica, con successivi problemi e altri ricoveri. I medici avrebbero sottovalutato gli evidenti sintomi dell’infezione. L’Azienda, che ha resistito in giudizio, ha sostenuto la correttezza della loro condotta.

Rispondi