E’ morto il ragazzino di 17 anni, colpito alla testa da un proiettile martedì scorso in via Platone a Noto, in provincia di Siracusa. La commissione medica, che ha eseguito gli accertamenti nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Garibaldi Centro di Catania, dove il giovane è stato ricoverato, aveva dichiarato la morte cerebrale. E la Procura di Siracusa ha affidato l’incarico per l’autopsia sul minore. I familiari non hanno prestato il consenso alla donazione degli organi. Al momento l’inchiesta avviata dalla Procura per omicidio è a carico di ignoti. Secondo quanto emerso dai primi rilievi dei Carabinieri, che hanno controllato i sistemi di video-sorveglianza nella zona, martedì sera vi sarebbe stata una lite tra due giovani, o due gruppi di ragazzi, che probabilmente avrebbero abusato di alcol. Il 17enne è poi salito in auto insieme ad alcuni familiari. Un giovane si sarebbe avvicinato all’automobile e avrebbe esploso più colpi di pistola, uno dei quali ha colpito la vittima alla testa. La madre dentro l’auto ha dichiarato di non essersi accorta di nulla.

Rispondi