A Palermo, al Centro vaccinale La Torre, tre uomini e una donna, tra due avvocati e due carabinieri, prima hanno rispettato la fila, poi, appena giunti al tavolo del medico per la visita preliminare, hanno rivelato la loro vera identità e le intenzioni, ovvero una protesta no vax con tanto di urla, grida, polemiche e battibecchi. E uno si è tolto anche la mascherina. Il parapiglia è stato risolto dalla Polizia e dalla Vigilanza a cui si è subito rivolto il responsabile del centro, Francesco Cascio. La direzione dell’Azienda sanitaria di Palermo commenta: “Massima solidarietà al responsabile ed agli operatori dell’Hub vaccinale del centro commerciale La Torre ostacolati nel loro lavoro dallo scompiglio generato da quattro no vax. Condanniamo qualsiasi forma di protesta o di provocazione che sia inscenata in un luogo deputato a prestazioni sanitarie di grandissima importanza in un momento in cui i contagi stanno aumentando quotidianamente. Solo la vaccinazione può liberarci da una pandemia che da due anni condiziona le nostre vite. Non saranno, comunque, proteste o provocazioni a farci abbassare la guardia o modificare il nostro impegno”.

Rispondi