Antonello Montante, l’ex presidente degli industriali siciliani sotto processo in appello per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo al sistema informatico, “era ossessionato dall’imprenditore Pietro Di Vincenzo e lo è tutt’oggi”.

A dirlo in aula, proseguendo la discussione, è l’avvocato Mirko La Martina, che rappresenta l’ingegner Di Vincenzo, che si è costituito parte civile nel processo.

Il legale ha poi detto che la sentenza di primo grado, la condanna a 14 anni per Montante, è stata “brillante” e “anche la requisitoria del pg Giuseppe Lombardo”.

Rispondi