PRIMA UDIENZA OGGI  DEL PROCESSO A CARICO 

DI LILLO FIRETTO PER LO SCEMPIO DEL CASTELLO

 MONUMENTALE DI IOPPOLO:

SI È COSTITUITA PARTE CIVILE L’ASSOCIAZIONE AMBIENTALISTA INTITOLATA AL PROFESSOR  

“GIOSUE’ ARNONE”

 

Si è aperto questa mattina avanti al Giudice Sabrina Bazzano del Tribunale di Agrigento il processo per i reati di abusivismo edilizio, previsti e puniti dal DPR 380/01, a carico dell’ex Sindaco di Agrigento ed ex Parlamentare Calogero Firetto. Firetto unitamente al fratello Mirko è imputato per aver realizzato gravissimi abusi nel Castello monumentale di Joppolo Giancaxio, che, come è noto, è stato sottoposto a sequestro con pronuncia della Corte di Cassazione.

E questa mattina, avanti al Giudice Bazzano, ha esordito in Tribunale costituendosi Parte Civile contro Firetto l’Associazione Ambientalista intitolata al professor “Giosuè Arnone” che intende riprendere il ruolo e le battaglie condotte nei decenni passati dall’Associazione Legambiente di cui Giosuè Arnone è stato uno dei massimi riferimenti culturali e morali.

Malgrado la gravità dei fatti di reato al centro del processo, l’Associazione intestata al professor Giosuè Arnone – di cui si allega lo Statuto – è stata l’unica a formulare costituzione di Parte Civile.

L’Associazione in questione si è costituita con l’avvocatessa Daniela Principato, che ha depositato al Giudice anche, oltre allo Statuto, i documenti comprovanti l’attività svolta dall’Associazione.

Calogero Firetto è assistito dagli avvocati Angelo Farruggia e Enzo Caponnetto, e il primo ha chiesto un termine per esaminare la costituzione di Parte Civile e la documentazione prodotta dall’avvocatessa Principato. Il Giudice ha rinviato all’udienza del 24 febbraio 2023 per il proseguimento del processo.

L’avvocato Giuseppe Arnone, nella qualità di Presidente dell’Associazione – la cui denominazione integrale è la seguente  “Lega Siciliana per la difesa della Legalità e dell’Ambiente, Circolo Giosuè Arnone” – in esito all’udienza ha dichiarato: “Un importante politico, addirittura ex Sindaco della città dei Templi è imputato per avere scempiato un monumento e l’unica Associazione Ambientalista che si costituisce è il “Circolo Giosuè Arnone”. Ciò rappresenta la più abbagliante delle conferme in ordine alla circostanza che ad Agrigento – e potrei dire in Sicilia – non esistono più le vecchie associazioni ambientaliste, trasformate ormai in piccoli comitatini di affari succubi alla peggiore politica. Adesso Agrigento e la Sicilia hanno nuovamente a disposizione uno strumento assai incisivo per la tutela dell’ambiente e della legalità, costituita appunto dall’Associazione Giosuè Arnone, unica in queste ore a denunciare gli scempi di Maddalusa e a costituirsi contro Lillo Firetto.”

Qualora qualche giornale intendesse approfondire tali notizie si allega la costituzione di Parte Civile del “Circolo Giosuè Arnone”, mentre domani si invierà l’atto costitutivo della nuova Associazione.

Rispondi